lunedì 15 dicembre 2014

Recensione Il Professor Layton VS Phoenix Wright: Ace Attorney per Nintendo 3DS

Lo ammetto, sono una grandissima fan di Phoenix Wright. L'ho scoperto quasi per caso e, nonostante inizialmente storcessi il naso, me ne sono innamorata perdutamente. I personaggi incredibili, le trame intricate, i colpi di scena, le battute idiotissime... Non poteva non accadere.
E Layton? Beh, diciamo che fino al terzo capitolo della serie è stato amore... Che col tempo è sfumato in noia. Gli enigmi mal tradotti in italiano (e quindi, a volte, privi di senso) e i personaggi poco verosimili mi hanno allontanata dal brand molto rapidamente, convincendomi sempre meno.
Ma l'unione dei due miti? Beh, non potevo non approfittarne!
L'unico fattore che mi ha fatto desistere dall'acquistare il gioco al day one sono state le mille recensioni lette che elencavano tutte gli stessi difetti:

-Trama Debole
- Difficoltà ridicola
- Longevità di poche ore.

Ora.
La trama è una delle più adulte che abbia mai giocato, se sorvoliamo su Luke Triton (l'assistente decenne del Professor Layton) che farnetica di amicizia alla Sora in Kingdom Hearts.
La difficoltà mi ha messa in ginocchio almeno tre volte, facendomi ricorrere all'aiuto di metà famiglia.
Il gioco mi è durato VENTITRE' ore.
Morale della favola? Non crederò mai più alle recensioni lette!
Ma vediamo il gioco nel dettaglio!



Trama & Personaggi

Non avete mai giocato ad un videogame della serie del Professor Layton?
... Avete fatto bene. Salvo il terzo capitolo, gli altri giochi sono un po' pessimi.
Ma almeno immagino conosciate 'di vista' i suoi protagonisti: Hershel Layton e Luke Triton, rispettivamente un archeologo/amante degli enigmi/drogato di the/rapitore di bambini e un bambino. Lascio a voi capire chi sia chi nella foto seguente (è un arduo compito, ma qualcuno deve pur svolgerlo) :




Non avete mai giocato un Ace Attorney?
OMMIODDIO pentitevi immediatamente!
E' una delle più belle serie di videogiochi mai creata al mondo! 
Qui sotto i due memorabili protagonisti: Phoenix Wright, avvocato difensore brillante (?) dai capelli a porcospino e Maya Fey, sua assistente e sensitiva sensibile.




Come fondere due mondi tanto diversi, ma sopratutto due grafiche completamente agli opposti? Non appena il titolo è sfuggito dalla bocca di mamma Nintendo ho iniziato a ridere al pensiero che Layton, con i suoi occhi a pallini, potesse trovarsi in un tribunale a sbirciare nella scollatura di Maya (o di Phoenix).
Fortunatamente è stato creato un universo a parte per farli incontrare tutti insieme appassionatamente.

La storia si svolge a Labirintia, una città che non appare su mappe, cartine o mappamondi. In questa ridente e pacifica cittadina simil medievale, le streghe non sono ben accette, e chiunque venga accusatA (perché ovviamente gli uomini sono intoccabili) di stregoneria... Beh, vi lascio immaginare.
Il Professor Layton e Phoenix Wright si troveranno a difendere svariate volte una povera e dolce fanciulla, Luna Minstrel, l'uno risolvendo enigmi e l'altro urlando Obiezioni in tribunale. Ma così sarebbe troppo scontato, giusto?
Esatto. Per cui avrete il piacere di vedere anche i ruoli invertiti: Phoenix alle prese di enigmi impossibili e Layton in tribunale intento ad additare sconosciuti.


I nostri eroi e Luna

Nel frattempo, la città sembrerà invasa da milioni di persone di dubbia integrità morale. Labirintia infatti è 'regolata' dalla Storia scritta dal Narratore: in parole povere, se questo simpatico omino scrive nel suo libro magico che tale giorno un gabbiano pioverà dal cielo e sputerà fuoco sul vostro sedere, tutto ciò accade davvero. O meglio, così credono gli abitanti di tale città.
(Smetto di parlare della trama prima di lasciarmi sfuggire informazioni fondamentali).



Opinioni Opinabili


Senza dubbio non mi fiderò mai più delle recensioni altrui.
Questo gioco mi ha regalato VENTITRE' ore di divertimento, agitazione e perfino commozione. E considerando che i giochi attuali durano mediamente otto ore, non è poco.
La trama è una delle più belle mai giocate : sinceramente pensavo sarebbe stata debolissima, messa lì giusto per dare un minimo di senso al gioco, e invece si è rivelata meravigliosa e, ammettiamolo, inquietantissima. 
Il gameplay era qualcosa di stupendo, invece: negli anni ho adorato le comparsate in Ace Attorney, quando chiunque, perfino la cara e vecchia Wendy Oldbag prendeva la parola erano risate assicurate. Vedere all'opera Layton è stato ancora più esilarante.




Per quanto riguarda Grafica e Sonoro, tanto di cappello! Anche solo la canzone pre-caricamento di gioco genera pelle d'oca... Bellissima! La grafica invece ha reso vividi personaggi che non sarebbero stati realistici ( Qualcuno ha detto Erminio, per caso?), rendendo nei filmati una drammaticità epica. 
Sono davvero soddisfatta di questo titolo, non posso che consigliarvelo spassionatamente.